top of page

Cosa vuol dire stare dalla parte della "massa"?


Credi di essere così originale ed unico che se un miliardo di persone vanno in vacanza in un posto ci vuoi andare anche tu per mettere la foto sui Socials.

Dov'è la tua identità?


Nel mio nuovo libro ho affrontato il tema di causa ed effetto e come le persone possono restare anche per tutta la vita in una posizione continuativa di causalità o di effetto.

Le persone che sono causative agiscono per il proprio futuro, nei più svariati modi con all'apice l'atto di creare qualcosa di nuovo.

La creazione è il potere più forte di un essere vivente in questo universo poiché plasma la materia.

Le persone che sono effetto invece subiscono tutto il movimento della materia che è generato dalle persone causative, nel bene o nel male.


Le persone che sono effetto sono la stragrande maggioranza della popolazione e sono quelle che subiscono le scelte economiche, sociali, ambientali, politiche e si possono definire la MASSA. Le persone causative sono in minima parte e plasmano la vita di miliardi di persone.


Va detto che le persone causative non sono tutte positive, ma conoscono questo principio che consiste nell'agire e non nel subire e questo gli da un enorme potere rispetto alla "massa". Ovviamente bisogna stare attenti a come si usa questo potere perché per la legge di causa ed effetto ogni azione ha una conseguenza, ma anche la non azione.


Fino a questo punto non c'è niente di nuovo di ciò che leggiamo già in molti libri, ma forse non sapete certe dinamiche.


La massa crea attrazione, prima fisica e poi mentale e rischiamo di rimanere prigionieri di un modo di vivere che non ci rispecchia. Si crea una spirale emotiva discendente molto difficile da risalire. Più siamo effetto della realtà, e quindi massa, più non ci riconosciamo e cerchiamo di stare con persone opposte a noi, proprio per via che il nostro spirito si avvicina pericolosamente allo stato materiale, quindi subiamo gli effetti anche delle leggi naturali, come la legge degli opposti per esempio.


Più invece diventiamo causativi e quindi creativi, più ci allontaniamo dalla materia, quindi dalla massa, e iniziamo a cercare individui più simili a noi con cui andiamo d'accordo e siamo in armonia.


Più siamo effetto, più siamo massa e più siamo lontani dalla strada dell'equilibrio, più siamo causa, più siamo spirito, e più ci avviciniamo alla strada dell'equilibrio.


Come diceva Yoda in Guerre stellari:

Fare o non fare, non c'è provare
9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page